Made in Italy e McDonald’s si incontrano, nel panino al Parmigiano Reggiano

parmigiano-reggiano

Dopo l’ accopiata Illy & Coca Cola, oggi e’ in evidenza un altro co-marketing che coraggiosamente avvicina mondi sulla carta in antitesi.

Torna infatti, dai prossimi giorni fino a Giugno, il panino 280 grammi al Parmigiano Reggiano in esclusiva per i ristoranti McDonald’s.

Dopo il successo del 2008 e il parallelo lancio di prodotti innovativi come le crocchette Parmigiano e spinaci e i panini al Sapore di Montagna con Speack originali dell’ Alto Adige, McDonald’s e il Consorzio del Parmigiano-Reggiano ripropongono l’ inedito connubio di carne bovina e formaggio italiano.

Ricca di fascino e’ la valenza simbolica di questa collaborazione, nella sua commistione di valori e visioni eterogenee di business.

La sofisticata eccellenza italiana, produttrice di qualita’ superiori e ispirata dalla tradizione, incontra la globalita’ fatta industria, la multinazionale per eccellenza, inserendosi in un circuito distributivo ramificato e capillare. Con una comunanza di obiettivi molto vantaggiosi per entrambe le parti.

Da una parte infatti, il Parmigiano – valido interprete di quell’ agroalimentare che e’  trai fiori all’ occhiello del made in Italy ma fanalino di coda in quanto a fatturato – entra nelle abitudini alimentari di moltissimi giovani, che gia l’ anno scorso hanno apprezzato molto l’ inedito panino e che possono diventare dei consumatori stabili del formaggio, alimento di fondamentale importanza per qualsiasi regime alimentare.

Dall’ altra, McDonald’s rinnova uno dei suoi punti di forza, ovvero quell’ identita’ glocale – emergente come attenzione e promozione di specificita’ territoriali – che ne ha favorito il veloce radicamento in tutto il mondo.

Nel 2008 il fatturato per Parmareggio, a seguito del lancio del 280 grammi al Parmigiano-Reggiano, è stato di circa 975.000 €, con 3.400.000 panini venduti. McDonald’s prevede per il 2009 di vendere circa 2 milioni di panini.

Inoltre, Paesi come Francia, Spagna, Germania, Belgio, Olanda, Svizzera e Repubblica Ceca hanno mostrato il loro interesse.

Voi che ne pensate?

Simone Di Gregorio


Annunci

12 risposte a “Made in Italy e McDonald’s si incontrano, nel panino al Parmigiano Reggiano

  1. sciacallina_the jackal

    grazie del commento… passa a trovarci più spesso ciao
    http://www.showfarm.com/web/thejackal/home

  2. Io dico che…questi panini ce li possiamo fare da noi…perchè regalare i soldi ad una multinazionale che si fa soldi facili in tutto il mondo, rovinando il mercato ai veri paninatori…paninari..si insomma quelli che fanno i panini (detti anche i luridi:)).
    D’altronde se la qualità, mettiamo è identica, la persona media dove si reca? Nel negozio col marchio famoso o da Peppe’s? 🙂
    Cmq meglio di prima sicuramente è..!

  3. ma mc donald’s userà il parmiggiano vero o quello di plastica che ben si addatterebbe alle sue patatine chimiche? 🙂

  4. ma sarà il vero parmiggiano o quello di plastica che ben si adatterebbe alle patatine chimiche del Mc donald’s?

  5. @sciacallina
    Grazie a te, non manchero’ e anche tu torna presto!

    @danx
    Certo che ce li possiamo fare noi, sarebbe sicuramente meglio. Il problema e’ che esiste un’ eccessiva diseguaglanza tra la qualita’ del nostro agroalimentare e il giro d’ affari che poi effettivamente muove.
    Percio’ se senza intaccare la qualita’ del prodotto, questo viene inserito- come avviene per il Parmigiano e il caffe’ Illy\Coca Cola – in realta’ di business globali e capaci di valorizzarlo e farlo conoscere in giro per il mondo…beh, che ben venga!

    @ Luce
    Ciao! Il nostro buon Reggiano trasformato in un prodotto chimico pieno di maionese..nooo!

  6. Mi chiedo perchè mai una M gigantesca e rossa abbia più fascinoso dei nostri prodotti alimentari?
    Ma possibile che la gente sia cosi fessa da seguire solo gli spot?
    Per fortuna lo slowfood avanza…anche se sembra costi abbastanza, basti pensare ad Eataly di Torino.

  7. @ danx
    Quella di Eataly e’ una storia straordinaria.
    Ho letto la biografia del fondatore, Oscar Farinetti: la sua vita e’ un insieme di visioni, speranze, valori forti… sembra uscito da un romanzo di Marquez!
    Piacerebbe molto anche a me che nell’ immaginario collettivo Eataly si sostituisse a McDonald’s!

  8. Sono davvero curiosa di provarlo!

  9. Lo voglio provare anch’ io presto…non che il cibo McDonald’s mi faccia impazzaire…ma lo faro’ per il made in Italy!!

  10. Ciao a me il McDonald’s non piace assolutamente!…potrebbe mettere tutta l’Italy dentro, ma restano sempre dei “panini al piombo” !

  11. Devo dire che si tratta di un azione di comarketing abbastanza originale, che unisce due mondi che sono all’opposto, da una parte un prodotto globale dall’altra un prodotto tipico. In tutto il mondo è sinonimo di qualità il cibo italiano, unirlo a mac donald, non so quanto può essere utile, sicuramente lo fa conoscere ai giovani, anche se un panino con il parmigiano caldo che si scioglie come una sottiletta, secondo me non è il massimo del gusto.

  12. @ fatasenaali
    ..tendenzialmente neanche a me…pero’ mai dire mai..magari questo e’ un po’ meglio!

    @gunthe
    Mi ha colpito molto pure a me questa fusione di mondi totalmente differenti. E sicuramente il panino non sara’ il massimo del gusto ma credo che da un punto di vista di mkg si rivolga a target che non fanno della raffinatezza di gusto una priorita’.
    Parlo appunto dei tanti giovani che in tutto il mondo frequentano McDonald’ s e che proprio tramire McDonald’s possono essere “svezzati” e acquisire il consumo del Parmigiano, anche nelle forme tradizionali, come abitudine alimentare (e di acquisto!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...