Operai che diventano azionisti, impiegati che diventano operai: storie di un’ Italia tenace che reagisce alla crisi

fabbrica

Si dice che di fronte all’ emergenza gli italiani tirino fuori il meglio di se’.

In Italia, la paura del domani riesce spesso ad inibire l’ individualismo e sciogliere le briglie dell’ ingegno e della creativita’, ovvero due risorse che gli italiani si tramandano di generazione in generazione, affinate da secoli di storia mai facile.

Anche l’ attuale, complessa crisi economica, non manca di riservarci esempi di uomini tenaci che reagiscono alla difficolta’ inventandosi soluzioni originali, fortemente intrise di coraggio e voglia di farcela, di ribaltare la situazione; o quantomeno di arrangiarsi, tentando di attenuare le conseguenze dello sconquasso economico.

Alla Alfa Acciai di Brescia, per salvare i posti di lavoro in un settore – quello dell’ acciao – dove gia’ 17.000 persone sono rimaste discoccupate, gli operai hanno proposto alla dirigenza di lavorare solo la notte e durante i week end, perche’ l’ energia elettrica costa meno e permette l’ abbattimento dei costi di produzione.

Risposte illuminate nella notte fonda della crisi.

L’ Art LIning di Sant’ Ilario d’ Enza, azienda nella campagna reggiana specializzata in interni per cravatte, fallita per la contrazione del 40% del mercato e una gestione manageriale poco oculata, e’ stata rilevata da 11 dipendenti e trasformata in una cooperativa.

Stessa storia alla Tabitaly di Foiano, a Prato: a fronte della minaccia di chiusura, l’ azienda che produce e vende in tutto il mondo cabine e piatti per doccie e’ stata convertita in srl e gli operai sono diventati azionisti.

E’ il coraggio di prendere in mano il proprio destino.

Ma di questi tempi serve anche una buona dose di umilta’. Che non manca alla Gluala Closures, aziende leader mondiale nella produzione di tappi antisofisticazione per superalcolici: qui, il patron ha proposto ad un gruppo di impiegati in esubero di diventare operai, mantenendo il posto di lavoro e la stessa retirbuzione fino al Giugno 2010, con la prospettiva di un ritorno all’ originaria mansione una volta passata la tempesta.

Storie di ordinaria “follia” al tempo della crisi.

Simone Di Gregorio

Annunci

2 risposte a “Operai che diventano azionisti, impiegati che diventano operai: storie di un’ Italia tenace che reagisce alla crisi

  1. interessante come sempre il tuo articolo, bravo simone continuo a seguirti.. passa un felice weekend, un saluto affettuoso dalla tua amica beppa.

  2. Grazie “streghetta”!
    Buon week end anche a te, a presto.
    Un caro saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...