Buone vacanze!

ischia

Io saro’ nella bellissima e italianissima costiera amalfitana!

Un saluto a tutti.

Rai accende YES ITALIA, finestra televisiva online su turismo e made in Italy

turismo-italia

In onda sul satellite dal 28 Giugno, YES ITALIA – il canale tematico sul made in Italy – giovedi’ sara’ visibile anche online, sul sito www.newcorainternational.it.

Ideato da NewCo Rai International, la nuova societa’ Rai, YES ITALIA e’ un canale tv nato per promuovere il turismo verso l’  Italia attraverso la comunicazione strategica dell’ eccellenza made in Italy, secondo una visione globale inclusiva di moda, affari, storia, tradizioni e costumi.

Il palinsesto e’ articolato in blocchi tematici di 4 ore:

MADE IN ITALY: ritratti di personaggi e prodotti simbolo dell’ eccellenza artigianale e industriale del Paese

MONOGRAFIE: dedicate a citta’, borghi, castelli, chiese e monumenti.

REGIONI: il meglio delle proposte turistiche per sostenere e valorizzare l’ offerta territoriale.

ARTE E CULTURA: le meraviglie dell’ arte italiana tra racconti, mostre e musei.

ITINERARI: storie locali, curiosita’ e testimonianze.

EVENTI E SPETTACOLI: il meglio degli avvenimenti tra musica, teatro e folklore.

VACANZE: uno sguardo sui diversi modi di viaggiare, attraversare e vivere l’ Italia.

GUSTO: sapori, ricette e tradizioni dell’ enogastronomia italiana.

Il canale ha un bacino di visibilita’ molto ampio, dalla Russia all’ Australia, dagli Stati Uniti al bacino del Mediterraneo, ma con particolare attenzione ai Paesi piu’ interessati al flusso turistico verso l’ Italia: Gran Bretagna, Germania e Paesi Scandinavi.

Mi sembra un progetto molto ben costruito e perfettamente in linea con l’ obiettivo fissato dal Ministero della Salute:  de-stagionalizzare il turismo verso l’ Italia, comunicando la ricchezza e varieta’ d’ esperienza che il BelPaese offre in ogni momento dell’ anno.

Voi che ne pensate?

Simone Di Gregorio

“Ingegnoso” pugliese realizza l’ impianto piu’ efficace al mondo per la pulizia del mare dai fluidi inquinanti

puntachiappa5nx

“Non sono un’ ingegnere, sono un’ ingegnoso”.

Cosi’ si definisce Michele Sanseverino, cittadino barese investito di un’ idea di quelle che ti cambiano la vita, per sempre.

L’ idea da sola non pote’, ma supportata dalla “lucida follia” e da una vigorosa tenacia riusci’ a superare i numerosi ostacoli che gli “innovatori” made in Italy sono spesso costretti a sopportare.

Snobbato dalle istituzioni, Severino ha costruito attorno alla sua intuizione un’ azienda di 4 persone, troppo piccola per ottenere fondi ma abbastanza grande da costruire un’ impianto innovativo dalle rivoluzionarie conseguenze, totally green-oriented.

Quello realizzato da Severino e’ infatti il primo sistema filtrante al mondo che riesce a separare in modo netto l’ acqua dalle chiazze di olio, eliminando cosi’ l’ inquinamento prodotto da industrie, piattaforme petrolifere e scarichi di navi cisterna.

Il sistema, inoltre, consente di recupere l’ acqua, garantendo all’ industria un potenziale di risparmio inimmaginabile.

Severino ha finora venduto una decina di impianti a importanti aziende italiane e straniere, e si sta profilando un grande interesse da parte di enti governativi e operatori dell’ area medio-orientale.

La Puglia si conferma ancora una volta una realta’ d’ eccellenza nel campo della green economy.

Simone Di Gregorio

Ad Arezzo, la prima casa “zero impatto” e “zero spese”

pannelli_fotovoltaici_miniatura

Al fianco della storica lavorazione dell’ oro, il distretto aretino sta affinando un’ altra, importantissima specializzazione focalizzata sull’ energia alternativa e rinnovabile.

Dopo l’ idrogenotto – impianto sotterraneo collocato nell’ area di San Zeno che porta idrogeno puro alle ditte del territorio sfruttando l’ attivita’ di impianti solari e fotovoltaici – Arezzo ha inaugurato la prima casa “autosufficiente” a impatto zero.

Si tratta di una struttura “off grid”, ovvero non collegata ad alcuna rete e che gestisce in modo del tutto autonomo i normali fabbisogni di energia, gas, acqua, reflui, connettivita’, consumando soltanto sole, vento e pioggia.

Il progetto e’ il frutto di un know-how che si compone trasversalmente di tutte le intelligenze distribuite sul territorio, dall’ ingegno dell’ architetto Mario Cucinella all’ expertise de “La Fabbrica del Sole”, la cooperativa depositaria del brevetto, passando per i produttori di quei pannelli fotovoltaici, eolici, geotermici e idroelettrici, che sono presenti nell’ area e da cui l’ innovativa abitazione attinge per il soddisfacimento del suo fabbisogno energetico.

Scendendo nel dettaglio, i pannelli solari produrranno calore, immagazzinandolo e distribuendolo in base alle diversificate necessita’ stagionali; un’ apposito impianto accumulera’ invece le acque meteoriche, che verranno in parte potabilizzate, in parte usate per il wc e l’ irrigazione del giardino.

Se ancora e’ presto per dire quanto questa struttura sia esportabile ed applicabile su larga scala, il fututo fatto di abitazioni vivibili, economiche e a basso impatto sembra oggi piu’ vicino.

Voi che ne pensate?

Simone Di Gregorio

All’ Aquila va in mostra “L’ arte del saper far bene italiano”

2904_leonardo_da_vinci

Dal 7 Luglio al 9 Agosto L’ Aquila ospita la mostra “L’ arte del saper far bene italiano”, un racconto sull’ italianita’ e il suo talento, suggestiva per la schizofrenica commistione di passato e presente, tradizione antica e tecnologia d’ avanguardia.

L’ esposizione si focalizza sul made in Italy, visualizzando il meglio di un modello produttivo che trae origine dalle botteghe del Rinascimento e si alimenta di una cultura del prodotto sopraffina, resa possibile da un patrimonio di conoscenze e segreti di fabbricazione che si tramandano sui territori locali di generazione in generazione: gli oggetti esposti spaziano trai vari campi in cui si declina il made in Italy, dai mobili alla moda, dai libri alla Vespa e le auto Fiat.

Particolare attenzione sara’ dedicata alle tipicita’ abruzzesi, che riguardano la produzione di oro, ceramiche, tomboli e alta tecnologia.

Inoltre, la mostra esporra’ originali capolavori della storia italiana, come la partitura autografa della Tosca, il telescopio di Galileo Galilei, la prima Cinquecento, e altri simboli di quella creativita’ ed estetica di cui sono fortemente intrise le vicende del Bel Paese.

Simone Di Gregorio

Obama plaude all’ Italia e alla sua leadership politica

obama_berlusconi_ff_280xFree

Ho sempre creduto che gli italiani diano troppo credito alla stampa straniera.

Guardare all’ estero per capire chi si e’.

E’ una specificita’ tutta italiana.

Le accuse del Guardian (“agenda inesistente”, “organizzazione nel caos”) – che molto risalto hanno avuto sui giornali italiani – si sono rivelate una grande sciocchezza, in linea con i commenti del nostro Ministro degli Esteri.

Arrivato all’ Aquila e visionati i luoghi del G8, Obama si e’ complimentato col Presidente del Consiglio Berlusconi per la gestione del summit, pronunciando parole che andavano oltre i “doveri” del garbo e del protocollo.

Obama, infatti, ha elogiato la leadership dell’ Italia – “forte e straordinaria” – nei temi su cui si concentra il vertice: clima, lotta alla poverta’, proliferazione nucleare; Obama ha poi rimarcato l’ “amicizia” tra Italia e Stati Uniti, che si traduce in perfetta collaborazione per questioni e scenari “caldi”, come l’ Afghanistan.

In attesa di vedere se le dichiarazioni di Obama otterranno lo stesso risalto sui nostri giornali (penso a “Repubblica”), osservo con piacere come il Guardian abbia gia’ corretto il tiro…

…le sue dichiarazioni non riguardavano l’ Italia in particolare ma piu’ in generale i Paesi Europei, che secondo il quotidiano britannico sarebbero in crisi di leadership.

Simone Di Gregorio

Piaggio corre verso il futuro, svelando un “aggressivo” business plan

Piaggio_MP3_Hybrid_s_headerphoto

Dopo Enervit, un altro importante nome del made in Italy annuncia piani di ambiziosa espansione.

Beneficiando della ripresa di un settore, quello delle due ruote, che nel mese di Giugno e’ tornato positivo, Piaggio affronta il quadriennio 2009-2012 contando su una quota di mercato che in Italia vale il 32,3% (+ 3% sul giugno 2008) e puntando su strategie di ampia portata che coinvolgono pressoche’ tutte le aree aziendali.

Il piano si concentra sui marchi piu’ forti, che hanno conquistato una vasta fiducia ed empatia col consumatore dotando l’ azienda di armi essenziali per competere in tempo di crisi: Aprilia e Moto Guzzi, infatti, verranno stabilizzati nello loro mission e valorizzati nel parco d’ offerta, attraverso la proposta di nuovi veicoli.

Le altre linee di prodotto saranno riviste e razionalizzate, anche alla luce di nuova politica che favorisce l’ innovazione – attraverso investimenti in R&S – tenendo al contempo sempre ben desta l’ attenzione sui costi.

Di fondamentale importanza e’ il programma per l’ export, che con l’ obiettivo di contenere lo strapotere di Honda, punta ad un’ espansione in Asia e un consolidamento in Europa e America, attraverso una rinnovata attenzione alla sostenibilita’ ambientale, ovvero il fattore dove sempre di piu’ si concentra l’ attenzione del consumatore occidentale.

In attesa di vedere come gli obiettivi saranno realizzati, Piaggio sembra aver interiorizzato la convinzione, espressa da molti autorevoli osservatori, che il mondo dopo la crisi non sara’ piu’ lo stesso, dimostrando grande capacita’ di adattamento e di sintonia col mercato.

Voi che ne pensate?

Simone Di Gregorio